29 lug 2016

Huawei Mate 8, recensione completa e video recensione

Qualche settimana fa, più precisamente durante un caldo pomeriggio estivo, la notifica di una nuova email mi mise davanti ad una scelta molto sofferta, qualcosa che non mi sarei mai aspettato ... era l'ufficio stampa Huawei! Mi viene data la possibilità di provare il Mate 8. Ci rifletto un po', decido di accettare, poi il panico. Perché? Avete idea di cosa voglia dire portarsi dietro un padellone da 6"?

LE MIE VALUTAZIONI 


Hardware
Processore Huawei HiSilicon Kirin 950 octa core da 2.3 GHz, GPU Mali T880MP4, 3 GB di RAM, 32 GB di memoria interna (espandibile con SD fino a 128 GB): tanta roba sotto il cofano di questo Mate 8, veramente notevole. Il display è da 6", adotta la tecnologia IPS, risoluzione FullHD 1920x1080 pixel e protezione Gorilla Glass 4. Le dimensioni sono molto importanti, del resto non stiamo parlando di uno smartphone ma di un phablet, però lo spessore di appena 7.9 mm e 185 grammi di peso, ben distribuiti su tutta la superficie, rendono il dispositivo molto tascabile ... certo, il problema resta quando lo si ha in mano, ma chi è orientato a questo genere di prodotto lo sa già in partenza a cosa andrà incontro.
Presente anche il lettore d'impronte: faccio subito la premessa che per me è totalmente inutile, però devo ammettere che in questo caso viene sfruttato intelligentemente. Oltre al menu dedicato nelle impostazioni (leggi sotto), sbloccare il dispositivo diventerà semplicissimo, infatti basterà poggiare il polpastrello sul sensore e, senza toccare nient'altro, il dispositivo si sbloccherà. 
Nota negativa, invece, l'assurda scelta di condividere uno dei due slot del vano porta sim con la SD. In parole semplici, se rinuncerete alla scheda di memoria, avrete la possibilità di usare entrambe le sim, altrimenti ne potrete usare solamente una. 
Sorpresa, invece, (molto) gradita: in confezione è presenta una cover protettiva.

Software
Abbiamo Android nella sua ultima versione, ovvero 6.0 Marshmallow, con personalizzazione Huawei molto consistente. Non abbiamo un drawer delle applicazioni, ma troviamo tutto sulla home.
Tante le possibilità di personalizzazione, come ad esempio: cambiare tutto lo stile dell'interfaccia con vari temi e aumentare o diminuire la dimensione di caratteri (e più in generale tutti gli elementi grafici presenti a schermo) di modo da sfruttare al massimo il grande display. 
Mate 8 gira alla grande, non ho mai riscontrato alcun tipo di rallentamento durante il periodo di utilizzo, veramente un ottimo lavoro. Interessante, inoltre, la presenza della voce specifica nelle impostazioni riguardando al lettore di impronte, ovvero "ID Impronta": ci permetterà di attivare o meno determinate funzioni associate al sensore, alcune davvero molto utili come ad esempio la possibilità di scattare foto/avviare video ed utilizzarlo come se fosse il sempre meno comune "tastino fotocamera".

Multimedialità
Il sensore è da 16 megapixel, presente anche un doppio flash a led, autofocus e fotocamera frontale da 8 megapixel. I video possono essere registrati fino alla risoluzione massima di 1920x1080 (FullHD) a 60 fps, ma sono di qualità molto molto scarsa. Perchè? Sono (stranamente) troppo scuri, vi invito a guardare la video recensione per capire a cosa mi sto riferendo. Se deselezioniamo i 60 fps, quindi ci limitiamo al solo FullHD, i risultati miglioreranno drasticamente. 
Per quanto riguarda l'audio abbiamo un solo speaker, nonostante le feritoie nella parte inferiore del dispositivo siano due, e sia la potenza che la qualità del suono sono decisamente sopra la media.

Ergonomia
Inutile raccontarvi di quanto sia poco comodo in mano, arrivare all'estremità più lontana del display con il pollice è praticamente impossibile, considerando poi il corpo in metallo che lo rende anche scivoloso, la cover in confezione diventa quasi d'obbligo. Fortunatamente esiste anche la possibilità di ridurre la porzione di schermo, un vero e proprio ridimensionamento di tutta quanta l'interfaccia del dispositivo, semplicemente scorrendo completamente il dito da destra verso sinistra (o viceversa) sulla porzione di schermo dedicata ai tre tasti Android (Indietro, Home, Multitasking). Come detto sopra, quantomeno sta bene in tasca grazie allo spessore limitato.

Autonomia
10. Potrei concludere il giudizio sull'autonomia con il solo numero, ma mi sento in dovere di spendere due parole anche qui. La batteria è da 4000 mAh e ci permette di concludere due, e ripeto due, giornate di utilizzo. Merito dell'amperaggio alto o della fantastica gestione della batteria ideata dagli ingegneri Huawei?


Prezzo: 450 - 460 € (online)











VIDEO RECENSIONE

Nessun commento :

Posta un commento