09 set 2016

Fitbit Alta, recensione completa

Qualche mese fa ho avuto la possibilità di testare il Fitbit Flex. Oggi, dopo oltre un mese di utilizzo, posso raccontarvi la mia esperienza con il Fitbit Alta: scopriamolo insieme!
All'interno della confezione troviamo:
  • Fitbit Alta
  • Cavo USB per ricarica
  • Chiavetta USB per sincronizzazione wireless
Quanto ci muoviamo durante il giorno? Camminiamo abbastanza per la nostra salute? Non sarebbe anche l'ora di alzarti da quella sedia/poltrona e fare due passi? Belle domande, vero, ma magari presi da tante cose ci si dimentica di fare le cose più importanti ... per noi stessi. Se poi si ha la possibilità di avere un aggieggino elettronico sempre al braccio che ci faccia rendere effettivamente conto quanto facciamo per la nostra salute, beh allora la tecnologia non è proprio una brutta cosa così come la etichettano in tanti.
Non voglio scrivere questo articolo riempiendolo di frasi fatte e pezzi di scheda tecnica sparsi un po' qui un po' li, ma semplicemente raccontarvi la mia esperienza con Fitbit Alta che, con la mia persona (ovvero non atletica e, ahimè, che fa pochissimo sport) ha poco a che fare.
Parto subito col dirvi che dimenticherete di avere qualcosa al polso: il lavoro fatto per rendere Alta leggero e comodo è davvero di ottima fattura. La dubbia utilità di questo genere di prodotto viene meno quando effettivamente lo si usa per più giorni, anche settimane. C'è da dire una cosa molto importante, ovvero che il conteggio dei passi non è pienamente attendibile, infatti verranno contati i movimenti del braccio come se camminassimo. Si poteva fare altrimenti? Probabilmente no, ma sarebbe riduttivo e ingiusto parlarvi solo della funziona contapassi di Alta.
I passi da fare giornalmente sono 10.000 (purtroppo, non modificabili) e vi renderete conto subito se effettivamente avrete camminato abbastanza durante la giornata, pur col difetto del conteggio che vi ho parlato prima. Perchè? Ovviamente non calcolerà il movimento del polso quando sarete seduti davanti al computer a scrivere con la tastiera, ma quando vi "sentirà" effettivamente in movimento. Difficile da spiegare a parole, ma spero di aver reso l'idea.
Ottima la funzione che permetterà di monitorare il sonno: non bisogna fare nulla, se non tenere il bracciale sempre al polso e dormire, Alta sarà in grado di capire se stiamo dormendo o meno.
Il bracciale è dotato di un display che essenzialmente lo "trasforma" in un orologio, ma con un semplice tap (il tocco deve essere deciso, non ha la stessa sensibilità del touch di uno smartphone per intenderci) ci darà la possibilità di tenere sotto controllo i passi effettuati, le calorie bruciate, se collegato ad uno smartphone potremo vedere avvisi di chiamate ed sms, la percentuale di batteria ed altre funzioni selezionabili a discrezione dell'utente.
Vedete adesso come si è "allargata" la vista su questo Fitbit Alta? Semplicemente perchè non è un semplice contapassi, il che non è cosa da poco. C'è da considerare anche che durante la giornata, se rileverà che siamo fermi da troppo tempo, ci invoglierà con dei messaggi simpatici a fare due passi o ci ricorderà quanto ci manca a completare l'obiettivo.
Ultima, ma non per importanza, la funzione sveglia: non potrete farne a meno, sostituirà quelle irritanti sveglie degli smartphone che fanno solo confusione e ci obbligano a svegliarci col malumore. Come? Semplicemente con una serie di vibrazioni, della giusta intensità, che solo chi ignorerà non le sentirà ... e attenzione, Alta è furbo, dopo 10 minuti farà un'altra serie di vibrazioni ... volente o nolente ti devi svegliare, c'è poco da fare!
Di seguito trovate una mia giornata tipo:
Trovate Fitbit Alta, in diverse colorazioni, a partire da 139.99 €, presso lo shop di Fitbit.


Nessun commento :

Posta un commento